Sfatiamo qualche mito sul botulino

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità
lips-2122146_1920

Indice dei contenuti

Il botox o botulino è spesso ritenuto come un capriccio da star che gonfia il volto distorcendo i lineamenti. Eppure la medicina estetica non merita affatto questa declinazione negativa dal momento che la sua storia si colloca nell’antichità e che nasce come rimedio per risolvere imperfezioni e difetti estetici anche molto gravi.

Per questo abbiamo pensati di raccogliere alcune false convinzioni sul botox, un trattamento ringiovanente che allevia le rughe d’espressione e i solchi sul viso che sopraggiungono con l’avanzare dell’età. Per affrontare questo argomento ci siamo rivolti agli esperti di botox di Verona ai quali abbiamo chiesto quali sono le convinzioni errate più radicate presso le persone che si rivolgono ad un esperto del settore.

Non si può “risparmiare” su certi trattamenti

Per prima cosa vogliamo subito chiarire un punto fondamentale: non ci si può affidare a sedicenti improvvisati per sottoporsi al trattamento al botox. Questo perché i rischi correlati ad un intervento compiuto da chi non ha una specializzazione potrebbero essere anche letali.

Il punto è che certi trattamenti sono eseguiti tramite strumenti e farmaci che non si trovano comunemente in farmacia e in ambienti sterili, attrezzati e specializzati. Questo significa che la persona a cui ti rivolgerai deve essere preparata anche alla gestione del dopo-trattamento e che maneggiare le sostanze al botulino non è affatto un trattamento che tutti possono maneggiare.

Difatti il botox è il nome commerciale con cui si identifica una tossina botulinica di tipo A che non si trova in farmacia dato che è un farmaco di natura ospedaliera. Tale tossina viene anche utilizzata per la cura di patologie neurologiche o legate alla colonna vertebrale e, dunque, il medico competente, conosce le dosi e le modalità di somministrazione adatte al tipo di difetto da correggere. Prima di sottoporsi ad un trattamento del genere, quindi, suggeriamo vivamente di controllare specializzazioni, autorizzazioni e referenze.

Il botox non deturpa il volto

Altro mito da sfatare riguarda gli effetti del botox, spesso collegati nell’immaginario collettivo a volti deturpati, gonfi e irriconoscibili. Questo accade quando ci si affida a chi non è realmente competente e, soprattutto, quando vengono utilizzati farmaci non conformi.

Il Botox deturpa il volto solo quando si verificano errori nel trattamento e questo è un dato di fatto. Se ci si affida ad un vero esperto, invece, i risultati saranno gradevoli e impercettibili e il viso apparirà tonico e compatto.

Il botox agisce bloccando gli impulsi nervosi indirizzati ai muscoli e, quindi, previene le contrazioni innescando una paralisi temporanea. In questo modo solchi e rughe si attenuano e, dunque, la tossina non è pericolosa quando è maneggiata da medici competenti.

Le creme al botox non fanno miracoli

Il botox  un trattamento che non trova eguali nel mondo della medicina estetica. Molto spesso ci lasciamo ammaliare da creme viso e maschere cosmetiche al botulino o al collagene che promettono di ridurre visibilmente le rughe ma, purtroppo, nessuno dei prodotti in commercio è in grado di provocare gli effetti promessi.

D’altro canto è vero che prestare attenzione alla beauty routine e allo stile di vita è il modo migliore per prevenire l’invecchiamento cutaneo. Fumo, stress, inquinamento ambientale e raggi solari sono solo alcuni dei fattori di invecchiamento della pelle per cui, prestandovi attenzione quotidianamente è sicuramente possibile ritardare il deterioramento cutaneo.

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: