Pagina mybusiness a cosa serve

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità
Google mybusiness

Indice dei contenuti

In questo articolo verrà spiegato cos’è la pagina Google My Business, a cosa serve e come deve essere usata per essere considerata attendibile dalla propria clientela.

Perché viene creata questa pagina

Si tratta di un modo per essere trovati dalla propria clientela effettiva e potenziale su Google, i clienti potranno trovarvi così attraverso sia il noto motore di ricerca che tramite Google maps.

Il cliente (effettivo e potenziale) vedrà così il nome della vostra attività, le indicazioni per raggiungervi (cliccando su indicazioni si aprirà infatti direttamente Google Maps), uscirà poi la voce ‘’messaggio’’ che permette di contattarvi e il simbolo che collegherà i clienti al vostro sito web.

Inoltre verrà specificata la tipologia di attività che svolgete, uscirà poi il vostro indirizzo al cliente, se ha attiva la geolocalizzazione di Google sarà possibile sapere in quanto tempo sarà possibile per lui raggiungervi.

Sarà anche possibile per la clientela vedere le vostre offerte attive in quel determinato periodo. Ricordatevi l’importanza di avere un sito web mobile friendly, ovvero che sia pensato anche per i dispositivi mobili.

Molte persone che visualizzeranno la vostra pagina saranno già in giro per la città ed è quindi di primaria importanza avere un sito che non dia difficoltà a chi vi accede da smartphone.

Nessuno ha tempo da perdere oggigiorno a maggior ragione quando si tratta di navigare online. Evitate quindi di far sì che gli utenti scappino dal vostro sito dopo aver visto pagine o immagini che facevano fatica ad aprirsi.

Tra i blog e i siti che forniscono informazioni molto utili per chi si sta approcciando da poco a My Business vi è quello di MISTERSITO.COM, si tratta di una Web Agency in provincia di Lecce diretta da Carlo Alberto Bello.

Dati reali delle interazioni relative all’attività

Avere una pagina su Google My business permette a chi ha un’attività di vedere dei dati reali come il numero di ricerche effettuate, visualizzazioni fatte ed attività svolte.

Tra le attività ci possono essere:

  • Le chiamate
  • I clic sul sito
  • Le richieste di indicazioni
  • Il seguito
  • Le prenotazioni

È possibile poi vedere chi sono i propri follower e le recensioni lasciate, il ruolo delle recensioni è importante, molti si fidano delle recensioni presenti su Google per decidere se recarsi presso una determinata azienda o meno.

Recensioni e consigli utili da attuare per soddisfare i propri clienti

Cercate di capire il motivo delle recensioni negative se ne avete. Rispondete sempre ai clienti se manifestano dei dubbi.

Vi verrà dato un punteggio sulla base delle recensioni che varierà in continuazione in base alle nuove o a quelle che verranno tolte (è infatti possibile per il cliente rimuovere la recensione che vi ha lasciato sia essa positiva o negativa).

Aggiornate inoltre gli orari dell’attività, molti clienti non sono della vostra città e possono venire da voi apposta, scoprire che siete chiusi e fare un viaggio a vuoto potrebbe farvi guadagnare una recensione negativa.

È possibile selezionare degli orari speciali per determinati giorni ad esempio mettendo 10/11/12 chiusi. È fondamentale tenere costantemente aggiornata pertanto la propria pagina sia per quanto riguarda gli orari che i giorni di chiusura/apertura dell’attività.

Non dimenticatevi di aggiornare anche i numeri di telefono, molti lasciano numeri non più attivi creando frustrazione nel cliente che potrebbe essere portato a pensare che l’attività non sia più aperta sentendo al telefono ‘’numero inesistente’’ e quasi sicuramente non si recherà da voi.

Molte attività commettono l’errore di aggiornare le pagine sui social network come Facebook o Instagram scordandosi di aggiornare quella di Google, niente di sbagliato, la maggior parte degli utenti vi cerca su Google non sui social, solo i clienti effettivi ed affezionati vi seguiranno assiduamente sui social.

Tenete la clientela aggiornata, se avete a disposizione una nuova tipologia di prodotto fatene una foto e oltre ad aggiornare i profili sui social aggiornate anche la pagina di My business.

Potete determinare un’offerta dedicata ai follower, sulla base delle loro caratteristiche, non commettete l’errore che fanno molti di vedere la pagina Google My business come un semplice strumento per mettere le vostre informazioni, può essere un vero e proprio strumento di marketing se ben usato.

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: