Oro da investimento, Arezzo si Riconverte ai Lingotti da Investimento

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità
oro da investimento

Indice dei contenuti

Oro da investimento

Ecco l’ancora di salvezza per il distretto orafo aretino che causa lockdown globale ha visto ridurre le vendite anche nelle piazze più importanti come Emirati Arabi -97%.

Un colpo durissimo da assorbire vista l’importanza del mercato arabo che si va a sommare alla perdita generale del comparto che si attesta su un -73%.

A salvare il distretto c’è pero il comparto dei lingotti da investimento che a causa della epocale crisi economica globale in atto è tornato ad essere un business in netta crescita che ha controbilanciato almeno in parte le gravissime perdite registrate nel settore della gioielleria.

Leggi anche: Che cosa sono le carte di credito per aziende

La città di Arezzo ha una grandissima tradizione orafa che risale addirittura ai tempi degli etruschi e per questo è uno dei distretti più importanti anche a livello internazionale in grado di produrre gioielli di altissima qualità.

Ma adesso nel distretto ci si adopera per riconvertire le aziende orafe nel business dei lingotti da investimento che in italia è alimentato da una fitta rete di compro oro Firenze, Roma, Milano e di ogni altra città o luogo della penisola.

La filiera necessaria al recupero dell’oro usato si è già consolidata negli anni precedenti a causa della gravi crisi economiche cicliche che si sono abbattute anche sul nostro paese costringendo anche molte gioiellerie a riconvertire il proprio business in compro oro, argento, Rolex.

Beni che in tempi di crisi sono soliti mantenere il proprio valore grazie alle proprie caratteristiche di beni rifugio.

Il comparto dell’industria dell’oro da investimento ha clienti importanti e che non conoscono crisi come broker e intermediari finanziari soprattutto in paesi come Stati Uniti, Svizzera e Inghilterra dove si stabilisce quotidianamente la quotazione oro ufficiale attraverso il metodo del Fixing oro.

Il distretto aretino da sempre attento ai cambiamenti di mercato non si è fatto cogliere impreparato e si è specializzato oltre che nel recupero dell’oro usato anche in quello di altri metalli preziosi e rari come platino, palladio e rodio.

Leggi anche: Comunicazione aziendale: ATL E BTL

Quella del recupero dei metalli rari e preziosi sarà un business che potrebbe salvare il distretto orafo aretino da una chiusura totale in quanto le previsioni che il mercato dei gioielli possa riprendere non danno alcuna possibilità sia nel breve che nel medio periodo.

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: