Mercato Auto Usate in Perdita Anche se Meglio del Nuovo

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità

Indice dei contenuti

Andamento mercato usato nel 2020

Il mercato auto usate ha subito una forte battuta di arresto nel 2020 nonostante le perdite siano state di molto inferiori rispetto al mercato delle auto nuove che nonostante gli effimeri aiuti statali per le auto elettriche non ha potuto evitare il peggio.

Un risultato che anche il più ottimista degli analisti aveva largamente previsto a causa della strategia del lockdown promossa in modo generale da tutto l’occidente.

Le perdite nel 2020 per il mercato auto usate hanno raggiunto le doppie cifre con stime che alcuni danno poco al di sotto del 15%, un dato che però potrebbe essere molto diverso dalla reale ed incalcolabile perdita economica, visto anche il relativo crollo dei prezzi.

Uniche note positive per il comparto auto è quella che il crollo delle vendite ha dato ossigeno all’attività di riparazione e manutenzione delle auto come quella della officina e della carrozzeria Firenze e di qualsiasi altro luogo in occidente.

In realtà stimare le perdite in un contesto simile non è certo semplice considerando che il 2020 era addirittura iniziato con un incremento di vendite molto importante.

Ancora peggio, come prevedibile è andata per il mercato auto nuove che nonostante gli incentivi non ha potuto evitare il tracollo verticale delle nuove immatricolazioni.

Gli incentivi assolutamente ininfluenti messi a disposizione dai governi sono stati dei semplici palliativi anche in considerazione del fatto che la stragrande maggioranza di questi erano rivolti ad auto elettriche.

Auto elettriche di cui non è disponibile nemmeno una produzione affidabile ne tantomeno la possibilità di poter ricaricare il proprio mezzo con strutture che siano sufficientemente diffuse e disponibili.

In un contesto di costante emergenza promosso dai governi occidentali si il mercato auto usate che di quelle nuove sono rimaste al palo.

La mancanza di certezza nel futuro promossa dal mainstream generale ha portato le persone alla strategia di pensare giorno per giorno adottando politiche di sopravvivenza economica che rimandano decisamente acquisti di beni come le auto se non proprio per inderogabili necessità.

In merito a possibili previsioni c’è solo la consapevolezza che risultati peggiori di quelli avuti negli ultimi tempi sono pressoché impossibili da ottenere.

Una magra consolazione ma che potrebbe essere sufficiente a ridare almeno un minimo di speranza ad un settore che è stato devastato dalla strategia del lockdown.

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: