La storia di WordPress, diffusione e funzionalità

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità
La storia di Wordpress

Indice dei contenuti

Da oltre 15 anni WordPress esiste e alimenta blog, siti web e persino negozi di e-commerce. Si potrebbe affermare che WordPress è un grande affare nello spazio dello sviluppo web.

Tra tutti i siti con un sistema di gestione dei contenuti noto, WordPress rappresenta il 50-60% del mercato globale dei CMS e alimenta il 35% di Internet. Prima di dare uno sguardo alla storia di WordPress, da dove è arrivato a dove si trova oggi, vorrei dare una breve panoramica per i non addetti ai lavori.

Che cos’è WordPress?

È un sistema di gestione dei contenuti o CMS gratuito e open source. Le caratteristiche principali sono il sistema di template e l’architettura dei plugin. I modelli consentono agli sviluppatori di costruire su una struttura predefinita invece di creare un sito da zero. I plugin consentono di aggiungere ulteriori funzionalità per estendere gli strumenti forniti “out of the box”.
I fondatori di WordPress si sono basati sulla filosofia che un grande software deve funzionare con una configurazione minima. Il loro obiettivo era quello di rendere gli strumenti facili da usare e intuitivi, in modo che gli sviluppatori e i designer potessero dedicare il loro tempo alla creazione. Indipendentemente dagli strumenti utilizzati per la creazione di siti, ci sono molte ragioni per cui molte agenzie web utilizzano WordPress.

Storia di WordPress: Origini

La storia di WordPress risale al 2003, quando nacque come fork di b2/cafelog ad opera di Mike Little e Matt Mullenweg. Volevano creare un sistema di pubblicazione personale elegante e ben strutturato. B2/cafelog è stato sviluppato all’inizio del 2001 da un programmatore francese di nome Michel Valdrighi. Si trattava di un concetto unico che ha portato a un nuovo modo di creare pagine web. Questo nuovo concetto, che ha dato vita a WordPress, era l’idea di creare pagine in modo dinamico a partire dai contenuti del database MySQL. In questo modo è stato possibile espandere la potenza del blog.

Prima ancora, la ragione principale della nascita di WordPress era il fatto che il supporto agli sviluppatori per b2/cafelog era diventato inesistente nel dicembre del 2002. Mentre Michel Valdrighi ha lavorato per tutto il 2002 al progetto, questo è stato abbandonato lasciando gli utenti preoccupati per il futuro del progetto. Uno di questi utenti preoccupati era Matt Mullenweg.

Nel gennaio 2003 Mullenweg utilizza il codice sorgente di b2/cafelog per creare una nuova piattaforma basata su ciò che riteneva interessante, ma con caratteristiche aggiuntive. Voleva che avesse la flessibilità di MovableType, il parsing di TextPattern, l’hackability di b2 e la facilità di configurazione di Blogger.

WordPress FOSS

L’anno 2004 ha visto passi da gigante per la piattaforma ed è stato probabilmente il punto di svolta per il passaggio di WordPress da un’altra piattaforma di blogging al CMS che conosciamo oggi. La prima cosa che hanno realizzato è stata l’ottenimento della licenza GNU GPL. Ciò significa che WordPress è ora libero e open source. I contributi degli sviluppatori di tutto il mondo aiutano i progetti open source a prosperare.

Sistema di plugin

Nello stesso periodo, Ryan Boren ha creato il sistema di plugin. Questa caratteristica chiave ha rivoluzionato le capacità di WordPress. Ha permesso di offrire funzionalità al di fuori degli elementi principali di WordPress, mantenendo il nucleo centrale mentre gli utenti esplorano altre cose che funzionano per loro. La versione 1.2 di WordPress, il primo aggiornamento importante di WordPress, includeva il supporto per i plugin.

Il marchio

Nel 2005, abbiamo assistito al branding di WordPress con la creazione del suo logo. Attraverso comunicazioni private via e-mail, sei sviluppatori e designer vicini al progetto hanno iniziato le prime elaborazioni di quella che sarebbe diventata la “W” che conosciamo ora. Dopo un processo durato diversi mesi, il 15 maggio è stato il giorno in cui hanno finalizzato il logo.

Elenco dei temi

Nel 2008 WordPress lanciò la sua Directory di temi. L’esistenza di una directory per i temi permetteva agli utenti di sviluppare e caricare temi che il pubblico avrebbe potuto utilizzare. Oggi sono disponibili oltre 2.500 temi gratuiti per WordPress.

La Fondazione

La creazione della Fondazione WordPress è stata completata nel 2010. Automattic, la società che detiene i marchi di WordPress, ha costituito la fondazione seguendo le intenzioni di alcuni dei collaboratori fondatori. L’idea era di mantenerli separati dall’azienda e di prevenire abusi e diluizioni in caso di acquisizione del tutore del marchio.

Infrastruttura API REST

WordPress ha fatto notevoli passi avanti nel 2015. Quest’anno ha visto la fusione dell’infrastruttura API REST nel nucleo di WordPress. L’integrazione dell’API REST di WordPress ha consentito una creazione meno complicata di API personalizzate.

REST, nota anche come API RESTful o servizio web RESTful, si basa sulla tecnologia REpresentational State Transfer. Si tratta di uno stile architettonico e di un approccio alla comunicazione spesso utilizzato nello sviluppo di servizi web che utilizza le richieste HTTP per GET, PUT, POST e DELETE.

WordPress oggi

Oggi WordPress alimenta più del 20% di tutti i siti web self-hosted. La comunità di WordPress è molto diffusa e attiva, con molti forum e comunità online dedicati ad aiutare le persone a imparare WordPress, a sviluppare nuove funzionalità e a risolvere i problemi che si presentano.

La sua architettura è per lo più simile a quella della fondazione b2/cafelog: PHP, un linguaggio di scripting lato server per lo sviluppo web, e MySQL (pronunciato My-sequel o MY S-Q-L), un sistema di gestione di database relazionali open source. È altamente flessibile e personalizzabile. Matt Mullenweg è riuscito a creare proprio la piattaforma di cui parlava nel suo post originale del 2003.

Altre tecnologie utilizzate per gli ambienti di server web WordPress sono Apache con il modulo mod_rewrite, Nginx e la cache Varnish. Questi strumenti sono utilizzati per aiutare il vostro sito web a funzionare in modo fulmineo.

Un’importante aggiunta recente alla piattaforma WordPress è stata l’introduzione dell’editor Gutenberg, che aiuta i principianti e gli sviluppatori a creare facilmente splendidi siti web su qualsiasi scala utilizzando l’editor di blocchi di WordPress. I blocchi Gutenberg, abbinati a un host WordPress gestito, potrebbero aiutare a snellire i processi per le agenzie digitali, gli sviluppatori e i freelance con più clienti e siti web.

Quali tipi di siti può ospitare WordPress?

Ci sono molti tipi di siti WordPress che si possono creare.

1. WordPress per uso personale

Con tutti gli strumenti disponibili con WordPress, i tipi di siti che potete creare sono quasi infiniti. Avete un sito web personale utilizzato a scopo informativo? WordPress offre numerosi strumenti per migliorare il vostro sito. Potete anche usarlo per un curriculum elettronico o per un sito di portfolio.

2. WordPress per i blog

Che si tratti di un blog pubblico o privato, ci sono molti temi e plugin per rendere il vostro sito un vero e proprio blog. WordPress è incentrato sui blogger come piattaforma per la creazione e la distribuzione di contenuti. I blog sono una delle aree in cui brilla, ma non l’unica.

3. WordPress per l’e-commerce

L’e-commerce è un’altra area che funziona su WordPress. Utilizzando WooCommerce con WordPress – o un altro plugin simile – è possibile trasformare il proprio sito in un negozio. Indipendentemente dal plugin di negozio scelto, WordPress offre molte opzioni per i negozi online per creare siti web straordinari. WooCommerce e WP Ecommerce sono tra le piattaforme più popolari, con gli strumenti necessari agli sviluppatori per trasformare un sito standard in un negozio completamente funzionale. Siamo orgogliosi di dire che la nostra piattaforma di hosting WooCommerce gestito ha WordPress come spina dorsale.

4. WordPress per le aziende

WordPress non è solo per le aziende di e-commerce. Aziende come il New York Post, Sony Music, Mozilla, TED, USA Today, CNN, TechCrunch e mistersito.com utilizzano WordPress come CMS. È facile costruire e lanciare rapidamente il vostro sito e farlo crescere man mano che la vostra attività si espande.

5. WordPress per le organizzazioni non profit

Alcune aziende, come le organizzazioni non profit e i gruppi religiosi, non perseguono il profitto. Avere accesso a servizi gratuiti, laddove possibile, è un valore fondamentale per questi gruppi. WordPress offre molte soluzioni gratuite e open source che consentono alle aziende che non traggono reddito dai margini di profitto di creare siti web professionali.

6. WordPress per gli elenchi

Le bacheche di lavoro, gli elenchi di aziende e i forum possono essere creati con WordPress. La creazione di una comunità è fondamentale nell’attuale clima online e una presenza online adeguata può rivelarsi preziosa per il vostro progetto. Esistono diversi plugin dedicati a questo compito, come il forum bbPress.

7. WordPress per molte culture

È possibile installare WordPress in molte lingue. Il supporto multilingue è un fattore importante per gli sviluppatori che potrebbero non parlare la stessa lingua dei loro clienti o del pubblico a cui è destinato il sito. Non solo gli amministratori possono disporre di questa funzione, ma è anche possibile creare siti in altre lingue.

Panoramica delle basi di WordPress

Temi di WordPress

Un tema WordPress è una raccolta di modelli e fogli di stile utilizzati per definire l’aspetto e la visualizzazione di un sito web alimentato da WordPress. Le modifiche al design alterano l’aspetto del sito e ciò che i visitatori vedono sul front-end. Ci sono migliaia di temi WordPress gratuiti disponibili nella directory dei temi di supportowordpress.com e wordpress.org oltre a molti sviluppatori che vendono temi WordPress premium con funzionalità e supporto aggiuntivi. Potete anche personalizzare un tema WordPress per il vostro sito.

I temi sono ciò che vi permette di memorizzare i vostri contenuti in WordPress e poi di prendere i contenuti e i dati e visualizzarli nel browser web. Vi permettono di decidere l’aspetto del vostro sito e il modo in cui i visitatori interagiscono con esso. Anche all’interno dei temi ci sono modi personalizzabili per visualizzare i contenuti. È possibile scegliere tra layout statici o reattivi e utilizzare le colonne dove necessario.

Oltre a questi moduli di base, potete anche scegliere dove visualizzare i contenuti. Utilizzate gli strumenti per specificare l’aspetto del vostro sito su diversi dispositivi o quali azioni rendono visibili i vostri contenuti. Le immagini e i video sono elementi aggiuntivi che possono essere inseriti ovunque nel tema.

I temi di WordPress sono incredibilmente efficienti. Oltre al colore e al layout, c’è molto di più di quello che si vede. I temi giusti migliorano il coinvolgimento con i contenuti del vostro sito web.

WordPress viene fornito con un paio di temi predefiniti. Se non sono all’altezza dei vostri standard o non si adattano alla direzione del vostro sito, potete utilizzare l’elenco dei temi per creare un sito elegante. È possibile scegliere tra layout a pagina singola e pagine multiple con menu.

Forse l’aspetto più utile della tematizzazione di WordPress è la libertà di codificare o meno. È possibile modificare la tipografia e gli elementi di design trascinandoli o inserendo il codice CSS. Cosa succede quando tutte queste opzioni non soddisfano ancora le vostre esigenze? Potete creare il vostro tema personalizzato, naturalmente. Con un semplice clic, potete caricare il vostro tema per il sito web, interamente originale e codificato.

Plugin di WordPress

Come avrete capito, WordPress è pieno di funzioni per ogni creatore e sviluppatore. Tuttavia, può capitare che alcune funzioni che desiderate non siano incluse. Non c’è da preoccuparsi, c’è anche una directory di plugin con migliaia di plugin.

I plugin sono pacchetti di codice utilizzati per estendere le funzionalità principali di WordPress. Sono composti da codice PHP, immagini, CSS e JavaScript. La maggior parte dei plugin di WordPress esistono in molti file, ma hanno bisogno di un solo file principale con un DocBlock appositamente formattato nell’intestazione.

Come per qualsiasi altra cosa in WordPress, è possibile utilizzare i plugin di altri sviluppatori o scriverne di propri. Creando il vostro plugin, estenderete ulteriormente WordPress e le sue infinite funzionalità.

WordPress sta cambiando la storia

WordPress è cambiato molto negli ultimi 15 anni. Dall’originale sistema di self-publishing adottato da Mike Little e Matt Mullenweg di b2/cafelog nel 2003, fino al sistema di gestione dei contenuti numero uno che alimenta il 14,7% dei 100 siti web più importanti al mondo, WordPress continua a crescere e a prosperare. E con l’introduzione del nuovo editor in WordPress 5.0, noto anche come WordPress Gutenberg, WordPress continua ad evolversi.

WordPress gestito da supportowordpress.com

Supporto WordPress Italia

Con tutti gli strumenti e i trucchi di WordPress, non c’è da stupirsi che molti creativi e agenzie si rivolgano a un provider di hosting per gestire il loro ambiente. supportowordpress.com è pronto e attrezzato per occuparsi del tuo sito web a 360° fornendo aiuto e supporto per WordPress.

Con l’hosting WordPress gestito che si può acquistare su wordpress.com/it/hosting/.

  • Dashboard facile da usare che si concentra esclusivamente sulla gestione dei siti WordPress
  • Aggiornamenti automatici dei plugin grazie al nostro strumento di confronto visivo
  • Possibilità di aggiungere altri utenti
  • Le migrazioni indolori basate sui plugin semplificano lo spostamento dei siti web
  • Creazione di più modelli di siti web in una sola volta grazie agli Stencil per risparmiare tempo
  • Gli aggiornamenti automatici del core di WordPress garantiscono maggiore sicurezza e tranquillità
  • I backup automatici semplificano il ripristino da punti precedenti, se necessario, o il download di un backup in qualsiasi momento.
  • Non limitiamo il numero di plugin installati, consentendo una flessibilità ancora maggiore
  • Accesso SFTP e SSH per una semplice gestione dei file
  • Lo staging in 1 clic offre un modo semplice per provare nuovi temi o plugin senza alcun rischio per il sito live, se qualcosa deve essere modificato.
  • Suporto WordPress “supportowordpress.com” gestisce l’intero backend ottimizzato di WordPress, lasciando i nostri clienti liberi di progettare e sviluppare, piuttosto che concentrarsi sull’amministrazione
  • SSL gratuito e installato automaticamente su ogni sito
  • Semplifichiamo l’avvio, con informazioni utili sulle attività più comuni disponibili direttamente nella dashboard
  • Facile gestione del database grazie a phpMyAdmin
  • iThemes Sync Pro è una dashboard che aiuta coloro che gestiscono più siti di clienti a risparmiare tempo, fornendo loro gli strumenti e le risorse di cui hanno bisogno. Tornate a sviluppare e costruire siti web per i clienti:
  • Rapporti dei clienti con etichetta bianca per la manutenzione di WordPress
  • Controllo su ciò che i clienti vedono nella loro dashboard di WordPress (wp-admin)
  • Monitoraggio dei tempi di attività, dei tempi di inattività e delle prestazioni del sito
  • Tracciamento e visualizzazione dei dati di Google Analytics
  • Installazione o aggiornamento di massa dei plugin più utilizzati

Differenza tra WordPress.org e WordPress.com

Differenza tra WordPress.org e WordPress.com

WordPress.org è il sito in cui si trova il software gratuito WordPress che potete scaricare e installare sul vostro server web per creare un sito web. Con WordPress.org siete VOI a ospitare il vostro blog o sito web.

WordPress.com si occupa di tutto l’hosting web per voi. Non dovrete scaricare software, pagare per l’hosting o gestire un server web. Tuttavia, vi sarà richiesto di creare un account su WordPress.com e molte funzioni del sito web sono aggiornamenti a pagamento.

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: