Interventi di manutenzione caldaia: quali sono e quando farli

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità
manutenzione caldaia Roma

Indice dei contenuti

Un abile Idraulico a Roma non va contattato solo in caso di emergenze, ma anche per gli interventi e le scadenze che riguardano la pulizia e la manutenzione della caldaia. La revisione della caldaia va fatta obbligatoriamente con la periodicità indicata sul libretto delle istruzioni ricevuto al momento dell’acquisto e non è obbligatorio in controllo annuale.

Il consiglio in caso di guasti o malfunzionamenti è quello di rivolgersi all’Idraulico Roma che l’ha installata. Il costo della revisione e manutenzione varia dagli 80 ai 100 euro se ci si rivolge ad un Idraulico onesto e un idraulico Roma specializzato in assistenza caldaie.

L’unico requisito è quello di fare un controllo a regola d’arte e fare in modo che l’addetto che effettua il controllo di efficienza energetica riporti i dati sul libretto dell’impianto, compresa la data del prossimo controllo.

Il libretto della caldaia rappresenta la carta d’identità dell’impianto di riscaldamento e ne segue l’evoluzione dalla prima accensione fino alla eventuale dismissione. Inoltre la caldaia deve essere dotata per un libretto di impianto per la climatizzazione.

Il bollino blu della caldaia

Con il bollino blu della caldaia si attesta il controllo dei fumi, da far eseguire secondo la legge ogni 2 o 4 anni. Non solo la legge stabilisce l’obbligatorietà, ma anche la cadenza sulla base del tipo di impianto e del combustibile usato. In particolare:

  • la caldaia con potenza tra i 10 e i 100 Kw che funziona con combustibile liquido o solido va controllata ogni 2 anni;
  • la caldaia con potenza tra i 10 e i 100 Kw che funziona a gas metano o GPL richiede un controllo ogni 4 anni;
  • l’impianto termico con potenza superiore a 100 Kw va controllato una volta all’anno o una volta ogni 2 anni se il funzionamento è a gas metano o GPL.

Con controllo fumi si intende il test che verifica la regolazione del bruciatore. L’Idraulico Roma determinerà il tiraggio della caldaia e la temperatura dei fumi di combustione, misurerà gli inquinanti e certificherà l’efficienza energetica e la sicurezza dell’impianto. Oltre alle caldaie, è obbligatorio verificare i fumi di tutti i sistemi di riscaldamento superiori ai 10 kW, comprese le stufe a pellet di comune uso domestico.

In tutti questi casi è possibile rivolgersi a un Idraulico Roma qualificato, che si occuperà del controllo del funzionamento della caldaia secondo i modi e i tempi previsti dalla legge.

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: