Come togliere il silicone dal vetro del box doccia

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità
Come togliere il silicone dal vetro del box doccia

Indice dei contenuti

Come togliere il silicone dal vetro del box doccia? Uno degli aspetti che accomuna tutte le varie abitazioni è la presenza di una grande quantità di silicone, un materiale dalle grandi capacità sigillanti e per questo utilizzato spesso per gli infissi o per sigillare in modo efficace e permanente i piccoli spazi vuoti presenti, ad esempio, tra le piastrelle della cucina o del bagno.

Il silicone garantisce, inoltre, una maggiore igiene dell’ambiente in cui viene applicato prevenendo la formazione di muffe e riducendo al minimo il rischio di eventuali infiltrazioni di acqua all’interno delle pareti che a lungo andare potrebbero creare danni anche di grave entità.

Uno degli ambienti più soggetti alla presenza del silicone è il bagno, questo avviene principalmente a causa della presenza dei sanitari ma anche di una vasca o di una doccia.
Proprio in quest’ultimo caso, il silicone potrebbe accumularsi sul vetro durante le fasi di applicazione o sostituzione dello stesso o dell’intera doccia.
Se stai cercando un metodo efficace per rimuovere il silicone dal vetro della tua doccia, non dovrai fare altro che seguire le seguenti linee guida così da risolvere qualsiasi problematica senza alcun costo.

Se invece devi intervenire in modo importante sulla tua cabina doccia, il consiglio è quello di rivolgerti a tecnici esperti, come quelli di Ristrutturazione Bagno Roma.

Leggi anche: Come eliminare la muffa dalle pareti

Togliere il silicone dal vetro del box doccia

Nel caso in cui tu abbia effettuato da poco dei lavori nel bagno e sbadatamente ti sia caduto del silicone sulla superficie del vetro della doccia, è opportuno che tu agisca in fretta in quanto il silicone fresco risulta essere molto più semplice da rimuovere essendo ancora liquido e non solidificato a differenza di quello secco.

Basterà, infatti, rimuovere la quantità in eccesso di silicone con una spatola evitando di stenderlo ulteriormente o di creare graffi sul vetro. Successivamente dovrai munirti di normali panni delicati e strofinarli a secco sulla porzione di vetro sporca senza aggiungere alcun prodotto chimico. Una volta rimosso con delicatezza e pazienza, è consigliato passare un panno bagnato sul vetro così da eliminare anche eventuali piccole tracce rimaste.

Leggi anche: Come creare una cena romantica estiva con le candele

Cosa fare quando il silicone è secco

Se invece non hai pulito il vetro della tua doccia in tempo e il silicone è diventato secco e duro, dovrai faticare un po’ prima di ottenere un risultato soddisfacente. In questo caso dovrai prima di tutto detergere la porzione di vetro interessata con un detergente apposito (facilmente reperibile in tutti i negozi in cui sono venduti prodotti per l’igiene del bagno) con l’obiettivo di ammorbidire il più possibile il residuo di silicone secco.

A questo punto dovrai testare costantemente il livello di durezza della superficie con un piccolo oggetto (ad esempio un piccolo coltello). Quando il silicone sarà abbastanza morbido, potrai iniziare la vera e propria rimozione seguendo le indicazioni già descritte in precedenza. Per un risultato ottimale dovrai, infine, utilizzare un piccolo aspirapolvere per rimuovere anche le ultime tracce rimanenti.

Se anche con un normale detergente il silicone non dà segni di cedimento o si ammorbidisce troppo poco, dovrai ricorrere all’utilizzo di alcuni solventi di natura chimica i quali, grazie alla loro composizione, riusciranno ad agire in maniera efficace e rapida (prima di eseguire tali operazioni è altamente consigliato indossare guanti abbastanza spessi e resistenti).

Leggi anche: Porta a libro bianca: 3 motivi per sceglierla

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: