Burocrazia ridotta per strutturare un’area coperta durevole nel tempo

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità
tensostrutture mobili

Indice dei contenuti

Un aspetto che crea inconsapevolmente forte stress è l’adattamento agli iter burocratici, in particolar modo quando si ha a che fare con la realizzazione di un’area coperta per un’azienda.

Con area coperta si intendono capannoni, tunnel, tensostrutture e tettoie che servono a migliorare le attività di tipo logistico di una realtà industriale.

In questo articolo tratteremo uno speciale tipo di copertura che nel gergo tecnico ha preso il nome di “capannone mobile”, scopriremo cosa si intende per “burocrazia ridotta” e quali sono i principali vantaggi delle tensostrutture appena citate.

Capannoni mobili e burocrazia ridotta

Cosa sono i capannoni mobili?

Sono delle particolari tensostrutture realizzate con un perfetto mix di acciaio e pvc.

Lo scheletro della struttura è realizzato con profili in acciaio che vengono bullonati tra di loro (non saldati, così da mantenere una forte modularità negli utilizzi).

La copertura è invece composta da un telo molto resistente in pvc. La robustezza di questo materiale permette di contrastare efficacemente ogni singola tipologia di intemperia (pioggia, grandine e forti venti).

Vengono chiamati mobili perché si tratta di tunnel su ruote che permettono alla copertura di traslare le pareti lungo la superficie a disposizione dell’azienda.

Si parla di burocrazia ridotta (o agevolata) perché molte soluzioni possono essere installate anche senza concessione edilizia. Per queste particolari soluzioni, in genere, è richiesta solo la dichiarazione di inizio attività SCIA o DIA.

Come si legge dall’art. 6 TU Edilizia, “una struttura in alluminio destinata ad ospitare tende retrattili in materiale plastico, non costituisce un intervento definibile come nuova costruzione, né come ristrutturazione edilizia”.

Non vi è quindi bisogno di un permesso di costruire, previo che questa tensostruttura venga smontata entro 90 giorni. Si tratta quindi di soluzioni temporanee e rapide da installare, perfette per assecondare le necessità immediate delle realtà industriali.

Per aspetti più tecnici e precisi è sempre meglio rivolgersi agli enti comunali preposti alla consegna di questi permessi. Analizziamo i vantaggi dei capannoni mobili.

Leggi anche: Che cosa sono le carte di credito per aziende

I vantaggi di installare dei capannoni mobili

Installare dei capannoni mobili permette di ottenere grandi vantaggi in ottica:

  • Velocità. Un capannone realizzato in acciaio e pvc viene realizzato in media dai trenta ai sessanta giorni. Un’azienda è così in grado di ottenere una copertura nel breve termine e migliorare la logistica industriale fin da subito.
  • Versatilità. I capannoni mobili possono essere utilizzati in diverse realtà commerciali e con diversi scopi: come area coperta per lo stoccaggio delle merci, come zona di carico e scarico o per il ricovero di mezzi e macchinari.
  • Economicità. Se confrontato con i capannoni in muratura, una tensostruttura in pvc prevede un investimento iniziale ben minore. Inoltre i costi di manutenzione, i costi accessori e le imposte sono meno invasivi rispetto ad altre soluzioni.
  • Un capannoni mobile è personalizzabile in ogni sua componente. Sia la struttura che il rivestimento in pvc possono essere accessoriati per andare in contro alle singole esigenze industriali.

I produttori di capannoni industriali devono essere in grado di capire le reali necessità delle aziende e proporre una soluzione in grado di massimizzare la logistica delle aziende.

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: