Bonus Caldaie 2021: come funziona la detrazione fiscale

Guest Post e Article Marketing Italiano di Qualità
bonus caldaie come funziona

Indice dei contenuti

Il Bonus Caldaie 2021 risulta un’opportunità molto vantaggiosa per l’utente italiano che è interessato ad installare una nuova caldaia, al fine di avere in questo modo un’efficienza energetica maggiore in casa.

Ciò ne consegue anche un forte risparmio energetico e minori spese di bolletta. Un altro aspetto importante è l’aiuto fiscale, ovvero gli impianti di riscaldamento che si sostituiscono comportano delle detrazioni e incentivi per quanto riguarda l’inquinamento.

Vuoi saperne di più? In questo articolo, scritto con l’aiuto dell’idraulico a Firenze consultabile su questo sito web, vedremo quali sono i requisiti per ottenere il bonus, a chi spetta e di cosa si tratta.

Che cos’è il Bonus Caldaie 2021

Il Bonus Caldaie 2021 è una detrazione che si applica quando si compra una caldaia nuova:

  • una detrazione fiscale del 65 percento installando un sistema di riscaldamento nuovo a condensazione di classe A e montaggio delle valvole a termoregolazione;
  • del 50 percento installando un sistema di riscaldamento nuovo a condensazione di classe A, senza però il montaggio delle valvole.

Con l’Ecobonus del 2021, anche il Bonus Caldaie è stato rinnovato.

La novità rispetto alle detrazioni precedenti

Dal primo luglio 2019, si poteva scegliere di avere lo sconto in due differenti modalità:

  • detrazione Irpef in 10 anni, con comunicazione all’ENEA;
  • subito lo sconto in fattura, senza l’obbligo di comunicarlo all’ENEA.

Nel 2021 questa modalità non si può più eseguire, lasciando la detrazione Irpef in dieci anni come unica possibilità. Lo sconto si deve dividere in dieci valori uguali, di cui ognuno deve essere comunicato nella dichiarazione dei redditi, partendo dall’anno successivo alla spesa effettuata. Per poter accedere al Bonus bisogna effettuare il pagamento della caldaia con il bonifico, perché è previsto nel decreto.

bonus caldaie 2021

A chi spetta Il Bonus Caldaie 2021

I valori applicabili per la detrazione non sono stati cambiati, quindi sono ancora al 65 o al 50 percento, in base al tipo di caldaia che si vuole mettere in casa, ovvero:

  • La detrazione del 65 percento spetta a chi sostituisce la caldaia invernale con un impianto di condensazione a classe A e l’istallazione di valvole di termoregolazione moderne, di quinta, sesta o settima classe. Spetta anche a chi installa generatori di aria calda a condensazione.
  • La detrazione del 50 percento spetta a chi sostituisce la caldaia a condensazione di classe A con un impianto di climatizzazione invernale.

Effettuando interventi mirati al recupero del patrimonio edilizio e di risparmio energetico si possono ottenere delle agevolazioni in ambito fiscale. Sostituendo quindi una caldaia vecchia con una nuova, si tratta di manutenzione straordinaria e le spese sono detraibili tramite Unico e modello 730 dalla dichiarazione dei redditi.

Quali sono i requisiti per ottenere il Bonus Caldaie 2021

Per ottenere una detrazione dovuta al Bonus Caldaie, a partire dalla dichiarazione dei redditi, bisogna avere dei requisiti, ovvero:

  • la casa deve essere accatastata o in fase di accatastamento;
  • la caldaia deve essere presente;
  • il contribuente deve essere in regola, cioè deve pagare regolarmente i tributi dell’immobile.

Quali spese si possono sostenere con il Bonus Caldaie 2021

Sono ammesse le seguenti spese:

  • posa dell’impianto di riscaldamento nuovo;
  • smontaggio della caldaia che s’intende sostituire con una nuova;
  • acquisto della caldaia nuova;
  • opere murarie, nel caso in cui fossero necessarie;
  • sopralluoghi dei tecnici specializzati;
  • interventi dei professionisti.

Acquistare una caldaia, che comporta una maggiore efficienza in prestazioni e funzionamento, riguarda degli interventi tecnici che migliorano i consumi di energia. Nel 2021, per ogni immobile si possono detrarre massimo 30.000 euro.

Leggi anche: Come eliminare la muffa dalle pareti

Condivi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Post popolari: